Blog

Tante idee per vivere al meglio le tue vacanze

Terzo posto al Premio Go Slow per l’E-bike Experience

Riconoscimento a livello nazionale per il progetto nato dalla sinergia tra diversi attori che In ValSeriana e Val di Scalve si occupano di turismo lento e mobilità sostenibile.

L’attività di progettazione di Promoserio e la capacità di creare sinergie tra i diversi attori del territorio ha ottenuto un nuovo e importante riconoscimento: il Premio Go Slow 2020, giunto alla ottava edizione e punto fermo nel far conoscere i progetti e studi di fattibilità in Italia per la valorizzazione del paesaggio culturale, ha visto classificato al terzo posto il progetto “E-bike experience in Val Seriana e Val di Scalve”, per la sua capacità di diffondere la cultura della mobilità dolce. Al secondo posto il Comune di Trieste (progetto “Connessione tra le aree costiere di Porto Vecchio e Porto Nuovo”), al primo la provincia di Teramo (progetto “Mobilità ciclistica e studio di ciclovie fluviali di collegamento dei Comuni della Provincia di Teramo”).

Il Premio è inserito e ospitato all’interno del meeting annuale “All routes lead to Rome” organizzato da SIMTUR (Società Italiana professionisti mobilità e turismo sostenibile), partner di Co.Mo.Do., che il premio lo ha ideato nel 2006 con l’Associazione Go Slow Social Club.
Il Premio è rivolto a Comuni, Unioni di Comuni, Regioni, Province, Parchi e Aree protette, Enti di governance di itinerari, rotte, cammini e ciclovie, Studi di Architettura e Urbanistica, Fondazioni, Comitati che si distinguono per visione e qualità progettuali.

Siamo naturalmente orgogliosi del riconoscimento – dice Maurizio Forchini, presidente di Promoserioe ripagati dei tanti sforzi che in questo periodo abbiamo fatto per mantenere accesa l’attenzione sulle nostre qualità”.

Colonnine di ricarica con dispositivi DAE in Presolana

Il territorio oggetto del progetto premiato è quello su cui Promoserio ha competenza territoriale, con particolare attenzione all’area della Conca della Presolana. Una delle principali risorse del territorio è rappresentata dal patrimonio naturalistico: “la presenza di paesaggi naturali non invasi da un turismo di massa, di una buona rete sentieristica adatta per percorsi in mountain bike, accompagnata da un ricco bagaglio culturale, gastronomico nonché storico e artistico consente all’area di inserire lo sviluppo turistico tra le attività primarie da valorizzare e sostenere”.

La presenza di sentieri che rispondono a esigenze diverse (dai percorsi semplici dedicati alle famiglie, fino a itinerari più impegnativi e adatti a escursionisti esperti) e la rete di percorsi percorribili in bicicletta consentono di prevedere strategie di sviluppo turistico a lungo termine basate sul mondo della bicicletta e di nuove forme di mobilità.

Promoserio ha individuato nel settore del cicloturismo uno dei propri punti cardine per la promozione della Val Seriana e della Val di Scalve, e, – conclude Forchini – in sinergia con l’intero territorio e con i soggetti che operano all’interno dello stesso (pubblici, privati e associazioni), ha sviluppato un progetto di promozione della mobilità alternativa e sostenibile, sia come motore di promozione turistica, che come servizio rivolto alla cittadinanza”.

Presolana E-Bike Event – 1° raduno e-bike in ValSeriana

Molte le azioni realizzate in questi anni: mappatura della rete sentieristica con quasi 100 km di tracciati percorribili con le e-bike, creazione di un prezzo unico condiviso di noleggio, promozione di tour, itinerari guidati e
manifestazioni
come il Presolana E-bike Event (primo raduno e-bike in ValSeriana); valorizzazione della ciclovia della Val Seriana; installazione di colonnine di ricarica anche con dispositivi DAE ai piedi della Presolana, e messa a punto di una piattaforma per le prenotazioni online.

Sabato 12 dicembre, dalle 10.00, alla presenza del Presidente ENIT, nell’ambito del convegno “Piccole Patrie”, si è svolta la cerimonia di premiazione che potete vedere a questo link.