Blog

Tante idee per vivere al meglio le tue vacanze

Il passaporto del sentiero ad anello delle Orobie Orientali

Raccogliere su un “documento di viaggio” per escursionisti i timbri dei rifugi che si incontrano lungo il sentiero ad anello delle Orobie Orientali: è l’iniziativa per chi ha nel cuore i giganti rocciosi delle Orobie.

In cerca di un’idea di vacanza outdoor, di un’avventura autentica e indimenticabile? Il sentiero ad anello delle Orobie Orientali è quello che fa per voi! Mettete lo zaino e incamminatevi lungo questo percorso escursionistico a 7 tappe in quota che vi regalerà panorami mozzafiato fra le montagne più alte delle Orobie.
Prima di partire ricordatevi di ritirare e attivare a Vivi Ardesio il Passaporto del sentiero ad anello delle Orobie Orientali, dove raccogliere le emozioni più alte della vostra impresa alpinistica.

Inizio del sentiero ad anello delle Orobie Orientali
Inizio del sentiero ad anello delle Orobie Orientali

COSA É IL PASSAPORTO?
É il nuovissimo documento di “viaggio” per gli escursionisti e i turisti che si apprestano a percorrere in un’unica soluzione il sentiero ad anello delle Orobie Orientali, pernottando in giorni consecutivi nei rifugi, con partenza e arrivo ad Ardesio
L’obiettivo principale è quello di rilanciare e valorizzare il percorso escursionistico d’eccellenza in ValSeriana, “aperto” grazie a un’idea del CAI Bergamo nel lontano 1950.

COME FUNZIONA IL PASSAPORTO?
Il passaporto del sentiero ad anello delle Orobie Orientali è il “documento d’identità”, in formato tascabile e nominale, sul quale collezionare i timbri dei 7 rifugi arroccati lungo il sentiero delle Orobie Orientali.

Dove ritirare e attivare il passaporto con il timbro di convalida?
– Vivi Ardesio (Piazza Monte Grappa – Ardesio)
– Minuscoli Store (via Locatelli, 40 – Ardesio)
– Pasticceria Bigoni (via Duca d’Aosta, 7 – Ardesio)

Il passaporto si potrà ritirare anche all’Infopoint ValSeriana e Scalve di Ponte Nossa, a Visit Bergamo e alla Sede Centrale del Cai -Bergamo. L’attivazione invece è possibile solo ad Ardesio.

Come utilizzarlo?
All’arrivo in ogni rifugio, il rifugista rilascerà il timbro del progetto.
Sono 7 i rifugi da raggiungere e in cui pernottare:
Alpe Corte, Laghi Gemelli, Fratelli Calvi, Baroni al Brunone, Merelli al Coca, Curò, Albani

E una volta terminato il trekking?
Completato il sentiero ad anello in giorni consecutivi, pernottando quindi sempre in quota, si dovrà tornare a Vivi Ardesio per ritirare l’attestato di partecipazione che testimonierà “l’impresa alpinistica”.

Quando incamminarsi?
Il passaporto si potrà ritirare a partire dall’inizio di giugno ma sarà possibile attivarlo solo dal 15 giugno, in concomitanza con l’apertura estiva dei rifugi

I CONTEST
Per escursionisti e turisti che si incammineranno sulle Orobie Orientali sono stati pensati tre contest
1. Per chi chiuderà l’anello e ritirerà a Vivi Ardesio la pergamena
2. Per chi condividerà sui social le fotografie del proprio cammino, taggando ValSeriana e Val di Scalve, Vivi Ardesio, Anello delle Orobie e Cai.Bergamo e utilizzando l’#anellodelleorobie
3. Per chi trasformerà la sua avventura in un racconto, inviando alle mail comunicazione@valseriana.eu e ufficio.stampa@viviardesio.it un testo che racconti la propria esperienza in quota (max 2500 battute corredato da 3 immagini)

Per i vincitori decretati a fine agosto in palio pernottamenti, pranzi e cene nei rifugi coinvolti.

Segui le pagine social del progetto e condividi la tua esperienza usando #anellodelleorobie


IL SENTIERO AD ANELLO DELLE OROBIE ORIENTALI
Si tratta di un affascinante percorso in quota di circa 120 km, carico di valori storici, naturalistici e alpini, “proposto” come un trekking a 7 tappe, di difficoltà differenti e con diverse alternative di percorso, che collegano i rifugi arroccati sulle Orobie bergamasche. Il sentiero prevede passaggi spettacolari sui grandi giganti delle nostre montagne, come il Pizzo Coca, il Pizzo Redorta e la Presolana e permettendo di godere, a circa 2000 metri di quota, la vista di specie protette che qui hanno trovato l’habitat migliore per la sopravvivenza.

Consulta il geoportale del CAI per i tracciati del sentiero



SERVIZI
– Prima di partire sarà possibile richiedere la cartina dettagliata del sentiero ad anello.
– Gli escursionisti potranno usufruire gratuitamente del parcheggio in via Locatelli ad Ardesio per tutta la durata dell’avventura.
– Sono disponibili servizi transfert e bus navette per eventuali necessità durante la vacanza in quota.
Per informazioni: Autonoleggio Salvoldi  e NCC Presolana



Il progetto è nato grazie alla collaborazione e alla condivisione di intenti tra PromoSerio, Vivi Ardesio, il CAI di Bergamo e il CAI di Alta Valle Seriana, con il prezioso supporto della Provincia di Bergamo e di Visit Bergamo.