Villa D’Ogna

Case rurali seicentesche e archeologia industriale: siamo a Villa d’Ogna

La nostra passeggiata alla scoperta di Villa d’Ogna non può che cominciare dalla meravigliosa piazza di Ogna, uno dei due nuclei abitati che costituiscono il paese; su di essa si affacciano numerose case rurali seicentesche, tra le quali spicca la Casa dei Pagani. Qui possiamo visitare la chiesa dedicata a San Giovanni Evangelista,  risalente al XVII secolo.

L’edificio ospita al proprio interno numerose opere degne della nostra attenzione, tra le quali segnaliamo due tele di Domenico Carpinoni e due dipinti di Carlo Ceresa.

La nostra prossima tappa è la Casa del Beato Alberto, che si trova nella vicina località Sant’Alberto;  risalente al XIII secolo la struttura è stata più volte riadattata. Le reliquie del Beato sono però conservate nella Chiesa Parrocchiale dedicata al Sacro Cuore di Gesù; a poche decine di metri si distanza si trova l’antica chiesa parrocchiale, dedicata a San Matteo, costruita nel XVI secolo e diventata nel corso dei secoli troppo piccola per accogliere i numerosi fedeli.

Villa D’Ogna custodisce anche importanti testimonianza di archeologia industriale, visitabili seguendo l’itinerario sulle tracce dell’archeologia industriale verso l’alta valle alla ricerca delle più remote risorse materiche e industriali.

 

Comune di Villa D’Ogna
Superficie 5.16 Kmq
Abitanti 1.982
Altitudine da 542 mslm
www.comune.villadogna.bg.it