Ferrata della Porta

Un ambiente dolomitico unico e affascinante per questa ferrata, il versante nord-est della Regina delle Orobie è molto selvaggio e austero

Un ambiente dolomitico unico e affascinante per questa ferrata, il versante nord-est della Regina delle Orobie è molto selvaggio e austero, anche in stagione inoltrata si trovano conoidi di neve che resistono per lungo tempo. La salita è impegnativa e lunga nel suo complesso, soprattutto se viene affrontata in attraversata da Colere al passo della Presolana, passando per la cima del Visolo.

Descrizione del percorso

Da Colere si sale con impianto o sentiero fino al Rif. Albani e da qui con leggera discesa verso le baracche delle miniere e poi seguendo le indicazioni verso il passo della porta. In breve si raggiunge l’attacco e subito iniziano le difficoltà, non estreme, ma in ambiente selvaggio di montagna. Scalette e pioli aiutano nella salita e attraverso tratti di sentiero si giunge verso il culmine della ferrata nella zona denominata “Fopu’”, da si si prosegue verso il Visolo e la successiva discesa oppure si ritorna indietro verso il rifugio.

DETTAGLI

  • Accesso:

    Da Bergamo percorrere la statale della Valle Seriana seguendo le indicazioni prima per Clusone e poi Passo della Presolana. Si continua verso Colere dove si parcheggia l’auto in prossimità degli impianti di risalita. Tramite gli impianti o con sentiero (2h) si sale al rifugio Albani e poi si raggiunge l’attacco della ferrata in circa 20min.

  • Tempo di salita 2,30/5-6 h tot(Visolo)
  • Tempi di avvicinamento 20min
  • Tempo per la discesa 2-2,30h
  • Dislivello di salita 200+400m(escluso Visolo)
  • Avvicinamento a Piedi
  • Periodo aprile – ottobre
  • Costo a persona

    50 euro compreso tutto (noleggio completo materiale, assicurazione RCT, accompagnamento Guide Alpine)