Parco Minerario Ing. Andrea Bonicelli

Schilpario | Punti di interesse

Il parco minerario, costituito nel 1998 per volontà di alcuni appassionati, è un museo specializzato, all’interno del quale è possibile visitare alcuni tratti dei 60 Km di gallerie che caratterizzano l’antico centro minerario. Visitare questi percorsi messi in sicurezza e accompagnati da guide competenti offre la possibilità di verificare direttamente la cruda realtà che riporta alla fatica e al rischio di questo lavoro, nel quale si sono cimentate intere generazioni di scalvini. Il duro lavoro dell’estrazione di minerali ferrosi dalle miniere è stata infatti la principale occupazione degli uomini, e purtroppo anche dei bambini, della Val di Scalve, a partire dall’epoca romana fino agli anni Settanta, epoca della chiusura.
Le visite guidate si svolgono sia in sotterraneo che in superficie. Esistono attualmente tre percorsi visitabili in sotterraneo parte a bordo degli antichi trenini minerari, parte a piedi: il gruppo di miniere denominate “Stentada-Bèrbera”, “Spiazzo-Gaffione” e il cantiere “Gaffiona” individuata per laboratorio mineralogico. Il percorso esterno invece è denominato “Sentiero delle miniere”. L’escursione al Parco Minerario non si esaurisce con la visita ai sotterranei, ma offre la possibilità di vedere all’opera il lavoro prodotto da un maglio dell’Ottocento. In un edificio recentemente ristrutturato ed adibito a museo è possibile osservare la collezione di lampade da miniera risalenti all’epoca romana oltre a quelle di più recente utilizzo.

CONTATTI