Schilpario

Il fiore all’occhiello dello sci nordico, Schilpario offre itinerari naturalistici mozzafiato e musei alla scoperta della cultura locale.

Situato in cima alla Valle di Scalve, dista circa 65 chilometri dal capoluogo orobico, Schilpario è inserito in un contesto naturalistico di grande livello valorizzato da diversi musei.

Il Museo Etnografico punta alla conservazione del patrimonio storico e culturale della valle, tramandando la memoria storica degli usi e costumi degli abitanti della zona. Anche il museo d’arte sacra, ospitato all’interno della chiesa di San Rocco, conserva anche numerosi oggetti dal grande valore affettivo, appartenuti a personaggi di spicco di Schilpario, come il Cardinal Angelo Maj.

LEGGI ANCHE> Arte e vita contadina in Val di Scalve

Dal punto di vista naturalistico meritano una visita il parco minerario Ing. Andrea Bonicelli, situato in località Gaffione, all’interno del quale è possibile visitare alcuni tratti dei sessanta chilometri di gallerie che caratterizzavano l’antico centro minerario. Legato al mondo sotterraneo è anche il museo dei minerali e dei fossili che si trova all’interno dell’Hotel San Marco; questa straordinaria raccolta include  le aragoniti germinate uniche delle Miniere di Schilpario, le bellissime tormaline dell’Adamello e le fluoriti di Zogno.

Passeggiando per Schilpario, ammiriamo gli scenari mozzafiato che ci offre la natura, valorizzati da una serie di itinerari adatti ad ogni esigenza: dalla semplice passeggiata per le famiglie, ad escursioni più impegnative per utenti esperti.

Durante il periodo invernale esistono inoltre numerose iniziative per la pratica degli sport sulla neve, dallo sci alpino a quello nordico. Il fiore all’occhiello dello sci nordico in ValSeriana e Val di Scalve è la Pista degli Abeti a Schilpario.

 

Comune di Schilpario
Superficie 63.97 Kmq
Abitanti 1.236
Altitudine da 1.124 mslm
www.schilpario.info