Scanzorosciate

Un itinerario dolce come i suoi colli e i suoi vigneti

Patria del famoso vino Moscato di Scanzo, prima ed unica Docg di Bergamo, Scanzorosciate vi conquisterà con il fascino delle sue cantine storiche e dei suoi vigneti.

La tradizione vitivinicola ha fatto sì che questo piccolo comune fosse conosciuto a livello internazionale e ne è la riprova la festa del Moscato di Scanzo e dei Sapori Scanzesi, che si svolge ogni anno ad inizio settembre, che richiama sul territorio un gran numero di appassionati e non.

Ci lasciamo trasportare dai dolci pendii dei sui colli e rimaniamo colpiti dal grande numero di chiese, tra le quali la chiesa di Rosciate, dedicata a Santa Maria Assunta, la Chiesa di San Pantaleone, a Negrone e l’antica chiesa di San Pietro, situata nel centro del comune.

Al loro interno potremo ammirare opere di numerosi artisti tra cui Palma il Giovane, Giacomo Fantoni, Trento Longaretti, Gianpaolo Cavagna, Antonio Cifrondi, il Salmeggia, Giuseppe e Battista Epis.

Oltre a Scanzo, Rosciate e Negrone vi sono altre due caratteristiche frazioni a Scanzorosciate: Gavarno Vescovado, dove potremo vedere il Castello del Vescovado, rocca medievale e antica sede estiva dei Vescovi di Bergamo e Tribulina di Scanzo, al confine con Cenate.

Comune di Scanzorosciate
Superficie 10.69 Kmq
Abitanti 10.018
Altitudine 297 mslm
www.comune.scanzorosciate.bg.it