Parre

Alla ricerca dell’antica ricetta degli Scarpinocc.

Magnifico terrazzo sulla ValSeriana e fertile altopiano, Parre è il più antico centro delle Orobie Orientali e lo storico capoluogo della pastorizia valligiana.
La nostra passeggiata nel comune di Parre ha inizio nel grazioso centro storico dove campeggia la Chiesa Parrocchiale di San Pietro. Al suo interno sono conservate numerose opere dei Fantoni, tra le quali segnaliamo il coro ligneo e il magnifico altare maggiore e una stupenda pala cinquecentesca, ad opera di Giovan Battista Moroni.

LEGGI ANCHE> I grandi pittori in ValSeriana

Dopo aver ammirato queste meravigliose opere usciamo dalla chiesa e percorriamo la strada in salita che, in un paio di minuti, ci porta all’arco di San Cristoforo; inserito in una casa del 1500 sulla quale è posto un interessante affresco del Santo, l’arco era un importantissimo punto di passaggio per la comunità.

Torniamo ora sul piazzale della chiesa e proseguiamo lungo le vie del centro storico; percorriamo prima Via Giuseppe Mazzini e successivamente via Roma, proseguendo poi verso piazza San Rocco, dove è posta l’antica chiesa dedicata al Santo, la cui origine risale alla fine del ‘400. Poco distante, in località Castello, si trova il Parco Archeologico e Antiquarium Parra Oppidum degli Orobi, che illustra la vicenda secolare dell’Oppidum e le attività che si conducevano, in particolare quella metallurgica.
A vegliare sul piccolo comune troviamo la chiesa di Sant’Antonio, posta in posizione dominante sul Monte Alino.

Una visita a Parre non può essere conclusa senza aver assaggiato un piatto fumante di Scarpinocc, bandiera enogastronomica di Parre, valorizzati dal progetto di promozione dell’enogastronomia Sapori Seriani. durante l’estate il borgo è animato da tantissimi eventi, tra cui spicca la sagra degli Scarpinocc, giunta nel 2016 al suo 50° anniversario.

Comune di Parre
Superficie 22.28 Kmq
Abitanti 2.769
Altitudine da 650 mslm
www.prolocoparre.it