Nembro

Cuore pulsante delle attività culturali della ValSeriana, Nembro ci offre una passeggiata sulle orme della devozione e della fede dei suoi abitanti

Nembro è un paese dalla forte spiritualità, che si riflette nel grande numero di chiese che si trovano sul suo territorio.

Percorrendo un’antica mulattiera , raggiungiamo e visitiamo il Santuario della Madonna dello Zuccarello, che dal colle domina l’abitato e ospita, al proprio interno, numerose opere di pregio di artisti locali. Posto a fianco della scala per salire alla cantoria, troviamo tracce dell’antico castello della famiglia Vitalba, che volle costruire lì il Santuario  nel 1374.

Dopo aver visitato il Santuario, riscendendo verso il centro del paese, incontriamo il Museo della Miniera, ricostruito come l’entrata in miniera,  per mantenere viva la memoria storica dell’esperienza di molte famiglie italiane nel periodo successivo alla II Guerra Mondiale: quella dell’emigrazione e del lavoro in miniera in Belgio.

Terminata via Lonzo, proseguiamo la nostra passeggiata attraversando il centro storico di Nembro fino a raggiungere l’imponente chiesa Parrocchiale di San Martino.

Proseguendo sulla destra, lungo via Roma, arriviamo in Piazza della Libertà, sulla quale si affacciano l’Auditorium Modernissimo, dalle evidenti architetture d’epoca fascista ed il Municipio. Qui, durante tutto l’anno, sono organizzati centinaia di eventi culturali, che ne tempo lo hanno reso il vero cuore pulsante della città.

Continuiamo la nostra passeggiata attraversando la piazza e costeggiamo la strada provinciale fino ad imboccare la viuzza verso il centro storico e, dopo circa un chilometro, ci troviamo in Via Ronchetti, dove troviamo l’indicazione per il Mupic – Museo delle Pietre Coti. Qui scoperemo l’importanza che ebbe la produzione e la commercializzazione di queste pietre nella storia della comunità nembrese.

Comune di Nembro
Superficie 15.24 Kmq
Abitanti 11.688
Altitudine 317 mslm
www.nembro.net