Da Barzesto a Vilminore in Mountain Bike

Sentieri tra boschi, fiumiciattoli, pontili e casette conducono questo magnifico percorso


Il tracciato GPX segna la nostra partenza da Barzesto.

Poichè l’inizio risulta essere subito in forte salita, vi proponiamo di partire da Vilminore di Scalve per arrivare caldi a Barzesto.
Lasciamo quindi la macchina al parcheggio nei pressi del campo sportivo da tennis, di via Arciprete Figura e ci dirigiamo verso il centro del paese; all’incrocio, in corrispondenza della cappella votiva, proseguiamo a destra in salita.

Da qui inizia un saliscendi su strada asfaltata che attraversa Vilmaggiore e giunge a Barzesto dove, alla prima abitazione, prendiamo la strada sterrata in salita a sinistra. Proseguiamo nonostante il cartello di divieto di transito e manteniamo la destra lungo un tracciato ad alta pendenza fra muri a secco. Raggiunta la sommità ci dirigiamo a sinistra e acquistiamo quota, fino ad arrivare ad una cascina servita da una mulattiera che, in discesa, ci conduce all’abitato di Vilmaggiore nei pressi della Latteria Sociale di Scalve.

Dopo circa 200 metri d’asfalto, svoltiamo a destra e imbocchiamo in salita Via Piazzo Tornello fino alla fine, dove svoltiamo a destra per riprendere la strada sterrata. Dopo alcune decine di metri manteniamo la sinistra e al bivio scendiamo sempre a sinistra e, una volta superato il ponte, ci ritroviamo in un ampio prato.

Proseguiamo costeggiando il prato nella parte bassa e al termine risaliamo fino ad imboccare nuovamente il sentiero nel bosco che, dopo una breve discesa, ci conduce in una valle che superiamo. Continuiamo a seguire il sentiero che diventa una strada sterrata in forte pendenza, tanto che saremo costretti a portare la nostra MTB a mano per una decina di minuti.

Conclusa la salita, al bivio prendiamo la strada sulla sinistra e proseguiamo fino al bivio per la diga del Gleno. Non saliamo al Gleno ma continuiamo dritti, seguendo la strada fino alla frazione di Pianezza. Proseguiamo sulla strada e, al primo tornante, troviamo a destra il sentiero che ci porterà fino alla località Ponte Gleno. Da questo punto svoltiamo a destra verso il ponticello e, dopo averlo superato, continuiamo sulla strada seguendo le indicazioni per la frazione di Nona, fino alla piazzetta della chiesa principale.

Da qui prendiamo a destra la Via dei Minatori in discesa e la seguiamo fino ad incrociare la strada asfaltata dove, per pochi metri, teniamo la sinistra per poi riprendere a destra la strada che ci porterà alla frazione di Pezzolo. Raggiunta la fontana svoltiamo prima a destra e successivamente a sinistra in via Case Nuove e, dopo aver percorso alcuni metri, giriamo nuovamente a destra per seguire la bella mulattiera acciottolata in forte pendenza fino a raggiungere la strada asfaltata.

Proseguiamo a sinistra e seguiamo la strada asfaltata, mantenendo lo sguardo a destra ed imboccando la mulattiera che costeggia la strada e sbuchiamo su una curva. Dopo pochi metri ritroviamo la mulattiera, che seguiamo fino alla piazzetta di Bueggio, dove troviamo un’altra fontana. Proseguiamo lungo la stessa direzione di provenienza, scendiamo lungo un percorso pavimentato con pietra, attraversiamo un suggestivo ponte coperto in legno e proseguiamo in salita fino a raggiungere la strada asfaltata. Svoltiamo a destra, seguiamo la strada e dopo aver superato la chiesa di San Carlo arriviamo alle prime abitazioni di Vilminore. Da qui scendiamo a destra in via IV Novembre e puntiamo a raggiungere la chiesa principale, mantenendo il bellissimo campanile come punto di riferimento. Dopo essere transitati sotto la grande scalinata della chiesa, giungiamo nuovamente alla cappella votiva nei pressi del parcheggio, nostro punto di partenza.

 

Percorso pubblicato in collaborazione con www.orangemtb.com.
Testo originale modificato, per maggiori informazioni e dettagli percorso potete scaricare la scheda stampabile o cliccare qui (Percorso n.2).



DETTAGLI

  • Lunghezza km: 18 Km
  • Dislivello -500
  • Ciclabilità (90% in salita) (95% in discesa)
  • Quota minima 1000 m
  • Quota massima 1389 m
  • Fondo asfalto 25%
  • Percorribilità Aprile-Ottobre