Palazzo Fogaccia – Clusone

Il palazzo, progettato da quel Giovanni Battista Quadrio che si distinse nella Fabbrica del Duomo di Milano, risale al periodo tra la fine del Seicento e l’inizio Settecento, quando le famiglie nobili clusonesi gareggiavano in sfarzo e magnificenza. La relativa semplicità della facciata esterna in muratura rustica, si scontra con la ricercatezza della struttura interna, laddove un labirinto di sale e corridoi racchiudono ricercati affreschi e dipinti neoclassici. A decorare gli ambienti interni concorsero probabilmente alcuni dei nomi più prestigiosi della pittura lombarda, tra cui i Mariani di Milano e Francesco Paglia di Brescia. L’edificio tutt’oggi ospita gli eredi della famiglia Fogaccia, il cui motto battagliero NI MATARME NI SPANTARME (né mi ammazzi, né mi spaventi), ricorda la determinazione con cui divennero per lungo tempo i potenti di Clusone.

CONTATTI