Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta – Ardesio

Ardesio | Punti di interesse

La prima notizia della presenza di una chiesa in Valcanale risale al 25 agosto 1546 quando il vescovo di Bergamo Vittore Soranzo compie la visita pastorale. Tuttavia l’inizio della fondazione della parrocchia di Valcanale è del 1604 e termina con il 4 dicembre 1609 quando il vescovo Milani la separa dalla cura della parrocchia d’Ardesio. L’attuale edificio ha linee artistiche proprie del ‘700. Fino alla seconda metà dell’800 l’ingresso principale era considerato quello laterale sulla destra; oggi svolge tale funzione quello sul fondo. La nuova chiesa di Santa Maria Assunta di Valcanale, alla quale si era interessato nel 1714 Andrea Fantoni, fu costruita dall’anno 1732 all’anno 1738, sopra la preesistente cappella già descritta dalla visita pastorale di San Carlo Borromeo (10 settembre 1575). Tale chiesa fu poi consacrata solo in tempi recenti: 7 luglio 1923 per mano del vescovo Luigi Maria Marelli. Di notevole valore è l’ancona che raccoglie i 15 misteri del rosario e che fa da cornice alla nicchia in cui è conservata la statua della madonna del Rosario. L’altare maggiore è della scuola fantoniana e risale al 1726. Un particolare interessante sono le due grandi e moderne copie dello Sposalizio della Vergine e della Deposizione di Gesù di Raffaello Sanzio acquistate a Firenze nel 1942. Con l’ultimo restauro conclusosi nel 2005 sono state appese alle pareti le 14 stazioni della via Cruci realizzate da Trento Longaretti. La singolare bellezza dei 14 dipinti è data, come ha sottolineato l’artista stesso, dalla ricerca che egli ha fatto sul volto del Cristo” a volte semplicemente dolente, a volte drammaticamente contratto per il dolore insostenibile”.

CONTATTI

  • Piazza della Chiesa, Valcanale ardesio
  • 0346/35000